Fundaraising, l'Università di Bari attiva un corso
Le lezioni inizieranno in autunno. Già disponibile un indirizzo email per informazioni
Michela Di Trani | 27 luglio 2018

Fundaraising:  raccolta fondi. Ma è di più di una semplice incetta di denaro. È  una scienza, una professione, su cui  l’Università degli Studi di Bari in autunno avvierà dei corsi di formazione professionale (workshop). Professionisti di alto profilo insegneranno ad avviare  un processo in grado di convogliare risorse su una causa  sociale definita. 

“Secondo  il censimento Istat del 2011, di un settore che conta 680.811 dipendenti e che genera il 4% del PIL italiano, il  risultato è stato raggiunto grazie anche alla presenza all'interno delle organizzazioni di una figura professionale emergente, il fundaraiser - dice  Rosa Porro, amministrativa nell'UniBa - . Secondo i dati pubblicati da Starteed, nel 2016  il valore di raccolta è stato +62% rispetto al 2015.  Il mercato del crowdfunding italiano continua a dimostrare una certa vivacità ed opportunità di lavoro per chi desidera reinventarsi o chi sta decidendo cosa farà da grande”. 

 Ma andiamo per ordine. Cosa significa per una organizzazione non profit fare crowdfunding?  Significa proporre il proprio progetto alla comunità chiedendo alla stessa un sostegno, un contributo per poterlo implementare.

“Fare fundraising” non ha la sola finalità di reperire fondi per garantire la sopravvivenza e la sostenibilità della propria ONP: comporta soprattutto creare relazioni, coinvolgere e appassionare altri – persone, aziende, fondazioni – alla propria causa, fare management e aiutare l’ONP stessa a chiarire i propri bisogni economici. Una delle definizioni di fundraising dice che è “l’insieme di attività che permette alle non profit di raggiungere la sostenibilità economica, in modo stabile, nel medio termine” [Centrale Etica]. E’ un processo che va costruito, gestito e monitorato man mano che procede la sua esecuzione. Infine, ma non meno importante, il fundraising è relazione: con i donatori, ma anche con i volontari, i beneficiari e tutti coloro che, in un modo o nell’altro ruotano intorno all’organizzazione. Pertanto le relazioni  sono alla base della raccolta fondi: rappresentano un patrimonio vivo che ogni organizzazione dovrebbe valorizzare, curandone la crescita qualitativa e quantitativa nel tempo.

Il  corso conferirà al partecipante gli strumenti necessari per avviare una strategia di fundraising. Sarà in grado di definire gli step principali per una raccolta fondi annuale e di scegliere gli strumenti di fundraising più adatti alla sua Organizzazione non profit. Sarà rivolto a chiunque operi all’interno di un’organizzazione non profit, anche il semplice volontario con il desiderio di capire meglio che cos’è il fundraising e come può aiutare la sua ONP a essere sostenibile nel tempo.

Per informazioni rosa.porro@uniba.it

Galleria fotografica
Commenti