Franco Caprio è medico e scrittore
Left e People, storia semiseria
Franco Caprio | 2 July 2019

Tanto tempo fa, il famoso prof. Left, insigne antropologo ed esploratore britannico, giunse per primo, con il suo brigantino a tre vele, nelle sconosciute isole People, sperdute nell'oceano Pacifico. Il prof. Left trovò indigeni semplici, che non avevano mai avuto contatti con altri umani e che parlavano un idioma a lui incomprensibile. Inizialmente egli fu accolto con grandi onori, per altro meritati viste le sue autorevoli credenziali e le pregevoli intenzioni.

Così un giorno radunò nel principale spazio dell'isola di People tutti gli indigeni e spiegò loro, in perfetto inglese accademico oxfordiano, come potevano costruire manufatti e strumenti per facilitare il lavoro, come costruire case che resistessero agli uragani, come realizzare dispense per conservare meglio il cibo, come realizzare preziosi medicinali per combattere le malattie, ma soprattutto come allevare gli Immigrant, un peculiare tipo di roditore che vivendo sotto la superficie poteva dissodare il terreno e renderlo più fertile (l'importante sarebbe stato diversificare e proporzionare le coltivazioni, tra quelle che erano il cibo preferito dagli Immigrant e quelle che invece disdegnavano, ma erano ottime per i peopleani).

Chiaramente gli abitanti di People non capirono una sola parola di tutto l'ammirevole discorso del professor Left. Ma lui non demorse e ogni giorno, nel tardo pomeriggio, continuò a radunare i peopleani nello spiazzo, e sempre con il suo inglese perfetto, ribadiva i vantaggiosi consigli per migliorare la loro vita. Dopo circa un mese, casualmente, in seguito ad una rotta deviata dal maltempo, approdò sull'isola di People uno spregiudicato mercante italiano, il quale, dopo aver notato di avere a che fare con una popolazione in buona fede, si mise a parlare con loro, ricorrendo alla proverbiale gestualità italica.

Gli indigeni, che finalmente avevano a che fare con qualcuno che li capiva, accolsero con gioia le rivoluzionarie proposte del mercante italiano e così accettarono di sterminare i roditori per arrostirli e sfamarsi, e poi accettarono di scambiare grandi quantità dei loro gustosi frutti con dei monili, che il mercante offrì loro. Il prof. Left rimase inorridito nell'osservare come i peopleani, che per lungo tempo aveva tentato di educare ad un miglior sistema sociale, si fossero fatti infinocchiare da uno squallido mercante italiano. Così un giorno, sempre nello spiazzo, perse la pazienza e accusò il mercante di parlare, senza ritegno, alla pancia della gente e mise in guardia i peopleani dai pericoli che derivavano nel seguire i consigli del mercante. Perché, se non venivano allevati, prima o poi, gli Immigrant sarebbero finiti e non li avrebbero più potuti mangiare, e inoltre, se davano tutti i frutti all'italiano, sarebbero rimasti completamente a digiuno per una intera stagione e di certo non avrebbero potuto nutrirsi di monili.
Purtroppo il prof. Left fece tutto questo discorso in perfetto inglese accademico oxfordiano, per cui gli indigeni non capirono, come sempre, neppure una parola di ciò che aveva detto e continuarono ad affidarsi allo spregiudicato mercante italiano, che parlando loro a gesti si faceva comprendere chiaramente.
Il prof. Left, deluso, lasciò l'isola e tornò in patria. Quando riferì a un collega l'accaduto, questi gli spiegò che il motivo del suo insuccesso risiedeva in un errore di comunicazione, ma lui imperterrito sosteneva di parlare un ineccepibile inglese e che la colpa era degli abitanti di People, che non si sforzavano di capirlo.
Il paradosso è che quando al prof. Left capitò di leggere questa parabola si chiese che cosa si volesse insinuare e se per caso non si stesse facendo l'apologia del mercante italiano. Ma sappiamo il professore è fatto così ed è difficile farlo scendere dal podio del fine cattedratico.
 

Commenti
TIZ20 giorni fa
e così ognuno resta ancorato alle proprie certezze ..il popolo ha la fregatura perchè , com'è nel suo DNA ragiona con la pancia ...e chi finge di essergli amico perchè parla lo stesso linguaggio, ha la meglio ,in quanto gli propone/impone scelte sbagliate per loro e vantaggiose per lui...Il professore è onesto , ma distante, parla in modo forbito e incomprensibile, ma parla all'intelligenza e nessuno lo ascolta ..perchè il popolo ama la propria fervida ignoranza che sarà la causa del suo inesorabile fallimento..