"Abbiamo fatto tredici", per sapere cosa mangiamo
Il libro di Catalano edito da Radici Future è una mappa geografica e mentale degli alimenti fondamentali della nostra dieta
Alessandra Erriquez | 26 febbraio 2019

Ci vuole un fiore, cantava Sergio Endrigo. Raccontandoci quanto la nostra vita dipenda dalla natura e dai suoi processi evolutivi e produttivi. Con una filastrocca, un verso, una poesia. Nico Catalano, agronomo e promotore a vario titolo dell’agricoltura biologica e biodinamica, ce ne racconta tredici, di fiori e piante per l’umanità, in un libro per bambini che tiene insieme autorevolezza e tenerezza.

Abbiamo fatto tredici, pubblicato nella collana Un mondo di fiabe di Radici Future, traccia una mappa geografica e mentale degli alimenti fondamentali della nostra dieta. Dal pomodoro al grano, dall’olivo al mais, dall’uva al cacao, attraversa la storia di frutta, legumi e ortaggi partendo dal seme per arrivare alla ricetta in tavola. Parla ai bambini, questo libro, con un linguaggio adeguato alla loro età senza perdere in scientificità. Le parole più tecniche possono essere assaggiate e poi imparate in un glossario alla fine del volume. Parla anche per immagini, naturalmente, grazie a una grafica giocosa e alle illustrazioni di Liliana Carone con i suoi colori vivaci e il suo tratto che conserva la spontaneità dell’infanzia.

E parla agli adulti, questo libro. Anche a loro, a noi tutti, spetta un compito il cui voto è a lungo termine. Quello di educare all’alimentazione. Scegliendo i cibi giusti, dalla loro provenienza al loro trattamento. Fino al modo in cui li cuciniamo e serviamo. Il compito e la responsabilità della salute che passa anzitutto dal nostro nutrimento. Di cibo e di sapere. Un bambino che impara la storia della mela, l’etimologia del suo nome e le sue proprietà attraverso la storia di Biancaneve, ne mangerà più volentieri togliendo il medico di torno. Vanno bene anche le patatine fritte, purché si conosca il tubero d’origine e la sua preparazione. E perché no, l’espressione naso a patata. Così la meraviglia di scoprire la storia dei Maya si accompagna allo stupore di guardare il mais che scoppia in pentola per trasformarsi in pop corn. Abbiamo fatto tredici è un libro che scoppia di salute. E curiosità.

 

 

Galleria fotografica
Commenti