Le procedure esecutive: professionisti e magistrati a confronto
Da lunedì un corso formativo organizzato dall’Ordine dei Commercialisti di Bari. Gli organizzatori: "Per i giovani potrebbe essere un’opportunità per avviarsi a tale attività professionale"
19 maggio 2018

In Puglia, secondo un recente studio, sono state registrate 16.697 esecuzioni immobiliari che rapportate alla popolazione residente e al numero delle abitazioni nelle sei province della Puglia significano 4,1 esecuzioni ogni 1000 abitanti e 11,01 esecuzioni ogni 1000 immobili censiti. In testa c’è la provincia di Taranto con 6.736 seguita da Bari (4.488), Foggia (1.732), Lecce (1.432); Barletta-Andria-Trani(1.290), Brindisi (1.019). Si tratta di un’attività articolata e complessa che richiede la sinergia di varie professionalità, commercialisti, avvocati, ingegneri e notai. Le normative interessate alle procedure esecutive sono tante, alle quali si aggiungono le nuove, come la legge 3 del 2012 sul sovrindebitamento delle famiglie, che richiedono una riflessione e uno studio ad ampio spettro.L’Ordine dei Commercialisti interviene con un corso formativo altamente specializzato con un taglio procedurale per consentire ai delegati di approcciarsi alla materia con più competenza e professionalità.  In questo ambito, “Le procedure esecutive immobiliari e mobiliari: professionisti e magistrati a confronto”, è il corso di formazione specialistico organizzato dalla Commissione Esecuzioni immobiliari e mobiliari dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bari, con il patrocinio dell’Ordine degli avvocati, della camera Civile e del Consiglio notarile di Bari, che si terrà a Bari dal 21 maggio al 21 giugno 2018, presso la sede dell’Ordine, al fine di migliorare e rendere più efficace l’attività dei delegati alle vendite. Un‘attività che già coinvolge molti professionisti e che potrebbe diventare un’opportunità di lavoro per tanti giovani che si affacciano nel mondo della professione.“La formazione professionale con l’obiettivo di specializzare i professionisti in alcuni ambiti ritengo sia fondamentale per il futuro della nostra professione - ha dichiarato Elbano De Nuccio, Presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Bari-. Il corso affronta il tema delle esecuzioni immobiliari e mobiliari a tutto campo, ai partecipanti saranno offerti gli spunti normativi e tecnici necessari per offrire il servizio professionale di delegati alle vendite in modo trasparente e competente. Saranno sette giornate ricche di incontri e di scambi tra i professionisti rivolti anche a creare ponti di dialogo con le istituzioni del territorio, considerato il numero non esiguo delle esecuzioni immobiliari e mobiliari nella Regione”. “Il corso per i professionisti delegati alle vendite – ha dichiarato la Valentina Meneghella, Presidente della Commissione procedure esecutive dell’Ordine dei Commercialisti- potrebbe rappresentare un momento di studio e confronto con i magistrati e con i professionisti specializzati in materia; per i giovani potrebbe essere un’opportunità per avviarsi a tale attività professionale, sono previsti infatti anche degli esempi pratici. Per rendere il corso accessibile a non pochi, non vogliamo che sia un privilegio per alcuni, grazie al sostegno e alla collaborazione di alcuni sponsor, siamo riusciti a prevederlo a un costo davvero simbolico per i partecipanti. Importante è stata, altresì, la collaborazione dei consiglieri delegati dell'area area giudiziale, Francesco Campobasso e Nunzio Riviello, ”. Il corso si suddividerà in sette sessioni. Il 21 maggio si partirà con un convegno inaugurale a Villa Siragusa a Palombaio, con ingresso libero e gratuito. Interverranno il Prof. Elbano De Nuccio - Presidente Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bari; l’Avv. Giovanni Stefanì - Presidente Ordine degli avvocati di Bari; il dott. Bruno Volpe - Presidente Ordine dei Notai di Bari; l’ing. Roberto Masciopinto – Presidente degli Ingegneri della Provincia di Bari; dott. Giuseppe Rana - Presidente della Sezione Civile del Tribunale di Trani; il dott. Franco Lucafò – Presidente del Tribunale di Taranto. 

Commenti